Visita l'Oasi | WWF Italy

Visita l'Oasi


Visualizzazione ingrandita della mappa

La Riserva è visitabile tutto l'anno, da parte di gruppi e scolaresche, solo su prenotazione. 

Contatti

Telefono 348.4552401 (Teo Ferrero); 333.2134420 (Enrico Caprio)
e-mail ilverneto@wwf.it

Attivita'

La regione Piemonte ha incaricato il WWF di redigere il Piano di Gestione per il SIC "Verneto di Rocchetta Tanaro", di circa 40 ettari; questo ha consentito l'avvio di approfondite indagini naturalistiche (ancora in atto) in tutta l'area. L' Ente Parchi Astigiano ha chiesto un finanziamento alla Regione per acquisire la proprietà di altre parti del SIC.

COME ARRIVARE

 In Piemonte, Comune di Rocchetta Tanaro (AT).
Dall’autostrada A21 uscire a Felizzano e percorrere la ss 10 in direzione Asti, seguendo le indicazioni per Rocchetta (bivio sulla sinistra); in paese seguire le indicazioni per la Cantina Sociale, base di partenza per le visite guidate, presso la quale è in fase di allestimento il Centro Visite, in collaborazione tra Ente Parchi Astigiani e WWF.

Gestione e Strutture

L'area, estesa 3 ettari, è gestita dal WWF. La zona più pregiata del bosco è stata acquistata con i fondi dell’Operazione Beniamino e successivamente sono state aggiunte altre porzioni, grazie a convenzioni e donazioni.

Il Verneto è una Riserva Naturale Integrale. Per evitare di danneggiare il delicato equilibrio del biotopo sono previste poche attrezzature; presente un Sentiero Natura, attezzato con bacheche didattiche, realizzato con passerelle in legno sospese su palafitte, per non calpestare il terreno acquitrinoso. Il sentiero, intitolato a Giacomo Bologna [Braida], parte dall'antica chiesa delle "Ciappellette" e si snoda in gran parte lungo un tracciato a mezza costa nell'appezzamento messo a disposizione dalla famiglia Bologna, titolare della famosa azienda vinicola, per ppi scendere nel bosco di ontani.
 

Nei dintorni

Il paese di Rocchetta Tanaro, situato sulla sponda destra dell’omonimo fiume: è un paese rinomato per la produzione vinicola e alcune specialità gastronomiche (come le "lingue di suocera") A poca distanza dall'Oasi si trova il Parco Naturale Regionale di Rocchetta tanaro, istituito nel 1980 grazie anche al Marchese mario Incisa della Rocchetta, uno dei fondatori del WWF Italia.