Un'altra tartaruga marina in pericolo per colpa della plastica | WWF Italy

Un'altra tartaruga marina in pericolo per colpa della plastica

Notizie pubblicate su 16 June 2020
Ramona, la Caretta caretta trovata nelle acque davanti alle coste di Maratea che ha ingerito molti frammenti di plastica
© WWF Policoro

Ramona è stata trovata nelle acque davanti alla costa di Maratea, in difficoltà per aver ingerito frammenti di plastica, ora è in cura a Policoro


Era sabato 13 giugno quando, nelle acque davanti alle coste di Maratea, in Basilicata, è stata ritrovata una Caretta caretta in difficoltà.
A mettere in pericolo la vita di Ramona, così è stata chiamata la tartaruga, sono stati diversi frammenti di rifiuti plastici, che già pochi giorni dopo la Caretta caretta ha iniziato a rilasciare.

Ramona è stata recuperata grazie all'intervento di alcuni volontari locali, in passato sensibilizzati e informati dagli esperti del WWF locale su cosa fare in momento in cui si incontra una tartaruga marina in difficoltà, che hanno allertato subito la Guardia Costiera, affinché potesse mettere in sicurezza l'animale e trasferirlo al Centro di Recupero Tartarughe marine di Policoro.

Dopo soli tre giorni dal suo arrivo a Policoro, Ramona ha iniziato a rilasciare molti frammenti di plastica nella vasca in cui è stata posizionata, e gli esperti pensano che la tartaruga abbia ingerito una quantità di rifiuti plastici maggiore rispetto a quelli già espulsi. Nelle spiagge della zona, infatti, in questi giorni sono stati trovati rifiuti di ogni genere, che mettono in grave pericolo le specie marine e il loro habitat. 
Ramona, la Caretta caretta trovata nelle acque davanti alle coste di Maratea che ha ingerito molti frammenti di plastica
© WWF Policoro Enlarge
Ramona, la Caretta caretta trovata nelle acque davanti alle coste di Maratea che ha ingerito molti frammenti di plastica
© WWF Policoro Enlarge
I frammenti di plastica rilasciati dalla tartaruga Ramona dopo il suo arrivo al CRTM di Policoro
© WWF Policoro Enlarge
Rifiuti di plastica sulla spiaggia di Fiumicello, a Maratea
© Valentina Paduano Enlarge