DoDo

DoDo e WWF rinnovano la collaborazione prendendo a cuore la difesa delle tartarughe Caretta caretta

#DODOLOVESWWF

Tra i primi brand a utilizzare oro responsabile al 100% in tutte le sue creazioni, DoDo ha fatto della sostenibilità uno dei suoi principali valori. Nato con una missione green, DoDo si è sempre impegnato nella salvaguardia dell’ambiente sostenendo le iniziative per la conservazione della fauna selvatica e della biodiversità di alcune tra le più accreditate associazioni ambientaliste. In quest’ottica il brand di gioielli rinnova la sua storica collaborazione con il WWF prendendo a cuore la difesa di una specie in pericolo, quella delle tartarughe Caretta caretta del Mediterraneo. Il progetto prevede un supporto concreto all’Oasi WWF di Policoro, in Basilicata.

DoDo e l’Oasi WWF di Policoro

Moltissime tartarughe ferite, spiaggiate o vittime di ingestione di rifiuti plastici vengono accolte ogni anno nel CRAS (Centro di Recupero Animali Selvatici) dell’Oasi WWF di Policoro dove ricevono tutte le cure necessarie per poi essere rimesse in libertà. DoDo supporta il lavoro del WWF sul campo, sostenendone tutte le attività: dalla sorveglianza dei nidi all’acquisto di medicine e strumenti chirurgici per gli animali, dalle attività di monitoraggio della presenza di tartarughe Caretta caretta lungo la costa ionica alle iniziative di sensibilizzazione dei pescatori professionisti, delle istituzioni locali e della popolazione al problema della conservazione della specie. Ogni anno centinaia di volontari partecipano ai campi estivi dedicati al controllo costante delle nidificazioni e ad attività di recupero e di studio delle tartarughe, nel rispetto delle linee guida del Ministero dell’Ambiente e su specifica autorizzazione dello stesso Ministero. L’educazione ambientale e la didattica costituiscono un ambito importantissimo per il Centro, che mira a coinvolgere le nuove generazioni in iniziative all’insegna del rispetto della Natura. Dai campi scuola dove classi e insegnanti sono coinvolti nell’esplorazione dell’ambiente attraverso attività naturalistiche all’aperto e in laboratorio, alle visite guidate o ai trekking che danno l’opportunità di conoscere e apprezzare da vicino l’ambiente mediterraneo.

Il ciondolo Tartaruga, simbolo della collaborazione fra DoDo e il WWF

Il nuovo ciondolo limited edition Tartaruga, in oro rosa con smalto verde glitter e incisione sul retro, è il simbolo dell’iniziativa a sostegno delle tartarughe Caretta caretta in collaborazione con il WWF. Emblema della Natura, come tutti i charms DoDo a forma di animale, la tenera e preziosa testuggine associata al WWF rinnova una promessa, quella di impegnarsi sempre nella salvaguardia dell’ambiente e richiama alle responsabilità di ciascuno di noi nei confronti del pianeta. Da sempre DoDo plasma nell’oro creature da proteggere, stimolando la propria community su temi ecologici. La tartarughina in oro rappresenta tutte le fondamentali azioni sostenute da DoDo a salvaguardia della specie ed esprime un sincero coinvolgimento in “qualcosa che conta davvero”.

Creazione ciondoli dedicati a WWF

La collaborazione tra il WWF Italia e DoDo, il marchio di gioielli che fa parte del gruppo Pomellato, ha rappresentato l’espressione tangibile di un successo fondato sulla profonda condivisione di un sogno: quello di celebrare un grande amore per l’Universo della Natura e degli animali attraverso la protezione e il sostegno agli stessi.

Grazie a Dodo e al contributo dato negli anni attraverso la vendita dei celebri ciondoli raffiguranti simpatici animaletti, il WWF ha potuto di fatto sostenere con efficacia e continuità le attività all’interno delle proprie Oasi, nonché gli importanti progetti di salvaguardia dell’ambiente e delle specie in pericolo.

Molte, moltissime le storie di successo legate a questa partnership: come il salvataggio del raro falco lanario all’Oasi di Rocconi in Maremma, il supporto alla realizzazione del Giardino delle Farfalle dell’Oasi di San Silvestro a Caserta o la liberazione del maestoso gufo reale nell’Oasi della Valpredina.

Una collaborazione che si è raccontata anche attraverso il legame con l’arte, con la realizzazione delle sculture dell’artista Germana Senzani, un autentico “sbarco dei pinguini” esposti in occasione dell’apertura della boutique DoDo di Firenze.

Ultima in ordine di apparizione, ma non di importanza, l’iniziativa legata alla celebrazione del quindicesimo anniversario della partnership. In quella occasione DoDo scelse di dedicare un ciondolo al Panda, simbolo da sempre del WWF e della sua missione nel mondo, con il messaggio “sei di una specie rara”, e di aprire a Milano un temporary store intitolato “La casa del Panda”, realizzato da Paola Navone, e creare una speciale “mascotte panda” in feltro, in edizione limitata e numerata, il cui ricavato netto sarà devoluto all’Associazione.

Ancora una volta DoDo si fece ambasciatore insieme al WWF Italia di un progetto olistico e dal profondo respiro etico. Un progetto di speranza che vede gli animali vivere felici e liberi sulla nostra meravigliosa madre Terra.

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.