info:
© Greg Armfield / WWF-UK

RI-PARTY-AMO

OBIETTIVI DI PROGETTO
Ripristinare lo stato naturale di spiagge, fiumi e fondali.
Il progetto si compone di tre aree principali di sviluppo, tre linee di intervento che mirano a sensibilizzare e mobilitare giovani, scuole, famiglie, aziende e intere comunità, attraverso un programma di azioni articolato:

Puliamo l’Italia: giornate di pulizie di spiagge, margini e fondali
Ricostruiamo la natura: progetti di ricostruzione naturale
Formiamo i giovani: attività di educazione nelle università e nelle scuole


PARTECIPA COME VOLONTARIO

Il progetto RI-PARTY-AMO si propone come iniziativa concreta per coinvolgere quante più persone possibili a difesa e salvaguardia del territorio nazionale. Insieme a giovani, scuole, famiglie, aziende e intere comunità, scenderemo in campo con attività di pulizia, opere naturalistiche e iniziative di sensibilizzazione per ripristinare fiumi, spiagge e fondali. 

Il progetto RI-PARTY-AMO si propone come iniziativa concreta per coinvolgere quante più persone possibili a difesa e salvaguardia del territorio nazionale.  

Declinato in tre macroaree di intervento dedicate alla pulizia delle spiagge, a progetti di ripristino naturale e ad attività di educazione, Ri-Party-Amo ha l’obiettivo di rendere i giovani, scuole, famiglie, aziende e intere comunità protagonisti della salvaguardia e del restauro della natura d’Italia.  Ri-Party-Amo, progetto nato dalla collaborazione fra WWF Italia, Intesa Sanpaolo e Jova Beach Party, rappresenta la più grande mobilitazione nazionale per la tutela del nostro territorio.

Puliamo l’Italia

Nell’ambiente marino si accumula ogni tipo di rifiuto prodotto dalle nostre società. Molti di questi rifiuti non sono metabolizzabili dai sistemi naturali e le plastiche ne sono un esempio emblematico. Sono stati trovati rifiuti in tutti gli ambienti marini: spiagge, fondali bassi e profondi, superficie del mare e in tutta la colonna d’acqua.

L’obiettivo di questa grande mobilitazione collettiva è il ripristino di spiagge e litorali, ma anche sponde dei fiumi, laghi e aree naturali nelle zone distanti dal mare.

Settembre 2022 dà il via alle Giornate di pulizia in giro per l’Italia alle quali sarà possibile partecipare per un intero anno, fino ad ottobre 2023.

L’impatto del progetto di pulizia si estenderà su 20 milioni di m2 di territorio per ripulire spiagge, margini dei fiumi e fondali dai rifiuti e dalla plastica.

“Puliamo l’Italia” lavora per ripristinare questi ambienti contaminati da rifiuti e dalla plastica e per raggiungere l’obiettivo saranno coinvolti circa 10mila volontari. Gli eventi di pulizia sono momenti di socialità e di condivisione che coinvolgeranno i volontari WWF che hanno aderito all’iniziativa e anche i giovani e le scuole. Tutti i partecipanti ricevono lo speciale “kit di pulizia” e tutte le indicazioni necessarie per partecipare agli eventi in totale sicurezza.

Date degli eventi e località.

È possibile registrarsi come volontario nella sezione “Partecipa” della pagina Ri-Party-Amo, dove si potranno seguire gli aggiornamenti degli eventi di pulizia 2022 e 2023.

  • 18 settembre 2022
    La prima giornata di eventi di pulizia prevede 8 grandi iniziative contemporanee distribuite sul territorio.

    Pulizia spiagge (appuntamento ore 8:30)
    • Fiumicino (RM) Oasi WWF di Macchiagrande, Via della Veneziana (angolo via di Castellamare), 00054 Fiumicino RM
    • Molfetta (BA) – Oasi di San Giacomo Molfetta, SS16 Adriatica 100, 70056 Molfetta BA
    • Policoro (MT) – Oasi WWF Policoro Herakleia, Piazza Siris 1, 75025 Policoro MT
    • Bacoli (NA) – Casina Vanvitelliana, Piazza Gioacchino Rossini 1, 80070 Bacoli NA
    • Marina di Vecchiano (PI) Piazzale Montioni, 56019 Vecchiano PI

      Pulizia fondali con squadra volontari WWF Sub
      Torvaianica (RM) – Rosignano Solvay (LI) – Molfetta (BA)
  • 25 settembre 2022
    In occasione della “Giornata mondiale dei Fiumi”, gli eventi di pulizia sono dedicati alla pulizia dei margini.

    Pulizia Fiumi e Laghi (appuntamento ore 8:30)
    • Rovigo (Delta del Po) – Via Parco del Delta 6, 45010 Papozze RO
    • Torino (Po) – Area parcheggio, Viale Michelotti incrocio via Nietzsche, 10132 Torino TO
    • Sirmione (Lago di Garda)– Viale Guglielmo Marconi 8, 25019 Sirmione BS

      Nella stessa giornata si svolgeranno ulteriori 30 eventi di pulizia dei fiumi a carattere locale.
  • 18 marzo 2023
    Nel 2023 la giornata di eventi di pulizia sul territorio interesserà le spiagge di numerose città e numerosi volontari.

    Pulizia spiagge
    Venezia – Riccione (RN) – Brindisi – Crotone – Vasto(CH) – Castel Volturno (CE) – Capalbio (GR) – Costa agrigentina.

    Nella stessa giornata si svolgeranno ulteriori 50 eventi di pulizia delle spiagge a carattere locale.
  • 8 giugno 2023
    La giornata di eventi di pulizia riguarderà la pulizia dei fondali che saranno portate a termine dalle squadre di volontari di WWF Sub.

    Pulizia fondali
    Cinque Terre (SP) – Lago di Garda – Argentario (GR) – Palermo – Gallura (SS)

    Nella stessa giornata si svolgeranno ulteriori 40 eventi di pulizia dei fondali a carattere locale.Gli eventi Puliamo l’Italia sono giornate di festa all’insegna della tutela ambientale, una vera e propria mobilitazione verde partecipata resa possibile da famiglie, scuole e giovani da tutta Italia. Oltre agli eventi nazionali, WWF coordina la mobilitazione territoriale per realizzare più di 100 eventi locali.

Chiunque volesse contribuire alla raccolta rifiuti potrà registrarsi come volontario nella sezione del sito dedicata al progetto Puliamo l’Italia. Il giorno degli eventi, i partecipanti sul campo vengono formati e preparati per gestire in sicurezza i rifiuti e riceveranno anche un vademecum del volontario per affrontare al meglio le giornate. 

Il calendario di attività è in continuo aggiornamento e integrazione.

Ricostruiamo la natura

Il 41% dei fiumi italiani monitorati non è in uno stato di conservazione adeguato e l’80% dei laghi non presenta un buono stato ecologico. Il 34% delle coste italiane, tra le più lunghe ed esposte del Mediterraneo, sono contaminate da rifiuti plastici e non solo.  

Per poter tutelare le aree a rischio e salvaguardare gli ecosistemi presenti, è necessario un intervento immediato teso a ridurre l’impatto delle attività umane sull’ambiente.

“Ricostruiamo la natura” è la macro attività di Ri-Party-Amo che interviene con progetti di ricostruzione degli ambienti naturali.

Il programma prevede 8 grandi opere di ripristino degli habitat attraverso rinaturazione, ripristino e tutela degli ambienti fragili per proteggere, valorizzare il territorio e per migliorare la fruibilità da parte delle comunità locali.

Per rinaturazione si intende l’insieme di attività che riportano un’area degradata ad essere un ecosistema funzionante. 

Mentre il ripristino e la tutela degli ambienti avviene attraverso interventi come:
Barriere frangivento per riparare le dune esistenti e permettere la creazione di nuovi depositi;
Piantumazione di vegetazione autoctona, capace di compattare e consolidare la duna formando cespugli fitti e perenni, per favorire la creazione di nuove aree dedicate alla prolificazione delle specie animali e anfibie presenti;
Passerelle per evitare il calpestio e picchetti per l’interdizione del parcheggio, per arrestare il degrado e favorire l’espansione naturale e il consolidamento delle dune.

Progetti e località

  • SAN GIULIANO MILANESE – FIUME LAMBRO (MI)
    L’intervento sulle sponde del fiume Lambro, nella zona del comune di San Giuliano Milanese, punta ad un ripristino ambientale in un contesto antropizzato, degradato e inutilizzato per riportare l’area al suo stato originale. Il progetto prevede la creazione di un’area umida.
  • BRESSO (MI)
    L’intervento è previsto lungo l’asta del fiume Seveso che rappresenta un corridoio ecologico importante all’interno dell’area urbana. Il progetto prevede interventi vari di riqualifica e di educazione ambientale.
  • MARINA DI RAVENNA (RA)
    Si interverrà sul ripristino di barriere di limitazione dell’accesso, sulla realizzazione piccole zone umide per anfibi e sull’installazione di pannellistica informativa. Gli obiettivi sono l’incremento delle popolazioni autoctone di anfibi ed insetti con la creazione di micro-zone umide e il miglioramento dello stato di conservazione degli habitat dunali.
  • ALBENGA (SV)
    L’azione sarà il ripristino di una zona umida collocata all’interno di una cava abbandonata.
    Questo avverrà grazie allo scavo e alla riprofilatura dell’area, attraverso la piantumazione di essenze autoctone, l’incremento della qualità delle acque e il rafforzamento della popolazione di varie specie di anfibi.
  • LADISPOLI – TORRE FLAVIA (RM)
    In questa località si lavorerà alla delimitazione dei settori dunali con presenza potenziale o effettiva di nidi di uccelli caradridi con consolidamento della duna primaria.
  • MARINA PALMENSE – LIDO DI FERMO (FM)
    All’interno dell’area di Marina Palmense, nel Comune di Fermo, si intende realizzare un ripristino ambientale. Il progetto prevede la ricostruzione di habitat importanti per l’avifauna. Nello specifico la realizzazione riguarderà una laguna costiera, un bosco litorale e un habitat costiero con dune mobili. L’intervento di rinaturazione favorisce la coesistenza di specie simbolo come il fratino, piante rare e la fruizione corretta dell’area da parte dei bagnanti.
  • CASTEL VOLTURNO (CE)
    Interveniamo all’interno dell’Oasi di Castel Volturno, zona umida di importanza, con l’obiettivo di migliorarne la fruibilità. L’intervento si concentrerà sulla creazione di strutture finalizzate a consentire una migliore interazione tra l’uomo e la natura attraverso la messa in opera di passaggi schermati, torrette di birdwatching, sistemi di interdizione al calpestio, al fine di proteggere il fragile ecosistema.
  • BOSCO DI POLICORO (MT)
    Gli interventi in quest’area prevedono il ripristino del bosco originario con la piantumazione di essenze autoctone e l’incremento della biodiversità legata all’ambiente boschivo come specie chiave dell’avifauna e insetti.

Formiamo i giovani

Per cambiare il futuro, Ri-Party-Amo ha bisogno di alleati preziosi: giovani consapevoli,

insegnanti preparati e leader responsabili. Per questo il progetto coinvolge le Scuole e le più importanti Università italiane, in attività di formazione e sensibilizzazione.

All’interno del programma Formiamo i giovani, WWF Italia organizza 8 incontri nelle Università per affrontare importanti tematiche ambientali. Ogni incontro è completato da workshop on fied che dà modo a ben 4.000

giovani e studenti di confrontarsi con gli esperti e i volontari (sezioni WWF YOUng – volontari WWF under 35) coinvolti nel progetto.

La lista dei workshop in Università, il calendario è in continuo aggiornamento:

  • 3 maggio 2022
    Milano: Università degli Studi Milano Bicocca
    Lancio progetto Ri-Party-Amo
  • 6 giugno 2022
    Roma: Università degli Studi di Roma Tre
    Valuing Nature – on fied: Oasi di Macchiagrande
  • Bologna: Università degli Studi di Bologna
    Uomo e natura, la crisi del secolo – on field: Orto Botanico
  • Napoli: Università degli Studi di Napoli Federico II
    Natural Cities – on field: Oasi degli Astroni
  • Firenze: Università degli Studi di Firenze
    Dalla roccia al paesaggio – on field: Oasi di Focognano
  • Torino: Università degli Studi di Torino
    Ethos, alla base dell’etica e dell’etologia – On field: Centro Recupero Fauna Racconigi
  • Venezia: Università Ca’ Foscari Venezia
    Restoring nature – on field: Oasi Valle Averto
  • Teramo: Università degli Studi di Teramo
    Rewilding e coesistenza – on field: Oasi Calanchi di Atri

I workshop saranno anche consultabili accedendo a One Planet School (OPS), la piattaforma di e-learning di WWF dedicata alla formazione permanente di “moltiplicatori”, communities e cittadini attivi per la sostenibilità, che seguirà le tematiche affrontate in aula.

Dettagli su oneplanetschool.wwf.it

Inoltre, per le scuole elementari e medie in tutta Italia è dedicato il programma didattico “Ri-Party-Amo Arriva a Scuola” che vede il coinvolgimento di 4.000 classi, 100.000 alunni e altrettante famiglie.

Il supporto educativo sarà guidato da diversi materiali didattici in linea con gli interventi del progetto Ri-Party-Amo.

Attraverso il sito dedicato www.ripartyamoprogettoscuola.it, gli educatori potranno registrare le classi e riceveranno un kit didattico con strumenti di lavoro interattivi per realizzare attività tematiche.

Con l’inizio dell’anno scolastico 2022/2023, i docenti avranno accesso a schede didattiche, laboratori e webgame per coinvolgere gli studenti sul tema della tutela dell’ambiente e potranno far partecipare le classi a un contest dedicato.
Il progetto, attivo da settembre 2022 a maggio 2023, porta in classe contenuti sulla biodiversità, lavoratori “Learning by doing” e coinvolgenti webgame.

Inoltre, sono istituite 20 borse di studio per i Certificate Programs promossi da EIIS, Istituto Europeo dell’Innovazione per la Sostenibilità.
È possibile candidarsi ai percorsi formativi “Il Manager della Biodiversità” e “Il Manager della Transizione Ecologica” per l’anno accademico 2022/2023.

Dettagli di partecipazione su oneplanetschool.wwf.it

Le borse di studio verranno destinate a 20 studenti meritevoli presso EIIS, leader nella formazione sui temi della sostenibilità ambientale.

In continuità con il progetto, WWF Italia attiverà 4 esperienze di volontariato formativo presso la sede WWF di Roma, della durata di 6 mesi.

Scopri nel dettaglio tutte le location degli interventi del progetto Ri-Party-Amo in Italia:

Gli interventi di Ri-Party-Amo in tutta Italia

Partner

WWF Italia

Intesa Sanpaolo

Jova Beach Party 2022

Partecipa

UNISCITI A NOI e diventa Volontario WWF.

Compila il form qui sotto e scegli l’evento a cui parteciperai.

UNISCITI A NOI

Compilando il form confermi di avere più di 16 anni e di non far parte dello staff di WWF Italia
Dichiaro di essere
Partecipando alle giornate di pulizia avrai la possibilità di vivere un'esclusiva esperienza di volontariato scientifico sulle nostre imbarcazioni che si occupano di monitoraggio dei cetacei nel Mediterraneo, fino ad esaurimento posti. Ti piacerebbe saperne di più?
La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.