Pandanews

Nel ragusano il primo nido di tartaruga marina

I volontari hanno subito messo in sicurezza il sito e segnalato il lieto evento alle autorità e alla biologa Oleana Prato del WWF

Dopo quello di Linosa, è il primo scoperto dai volontari del WWF


Nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, è stato il volontario WWF Giombattista Di Giacomo a trovare le tracce sul litorale della Riserva Naturale di contrada Randello, tra Punta Braccetto e Scoglitti, avvisando la biologa Oleana Prato, operatrice del Progetto Tartarughe WWF, che si è subito recata sul luogo, constatando la bontà dell’informazione. I volontari hanno subito messo in sicurezza il sito, con un piccolo recinto, mentre venivano avvertiti i soggetti istituzionali interessati.
“Siamo felici di constatare che ancora una volta la natura è tornata a baciare le nostre coste: una femmina di tartaruga marina ci ha affidato il suo bene più prezioso. Le uova si schiuderanno tra la fine di luglio e i primi di agosto” commenta Giuseppe Mazzotta, Presidente WWF Sicilia Area Mediterranea.
Come sempre, la zona di Ragusa si conferma ricca di nidificazioni. Due anni fa a Randello ci furono, prime in Italia, ben tre deposizioni di Caretta caretta.

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.