Pandanews

Il lungo volo dei fenicotteri

Dalle Saline di Priolo a quelle di Trapani e Paceco, Oasi WWF, gli spostamenti dei trampolieri

Dalle Saline Lipu di Priolo a quelle WWF di Trapani, fino alla Toscana

Solo un mese fa era giunta ai telefoni dello staff della Lipu la notizia della lettura, avvenuta all’Oasi WWF del Lago di Burano, dell’anello di riconoscimento di “Primo” (così era stato poi chiamato), un giovane di fenicottero nato nel 2021 a Saline di Priolo. A fare la scoperta era stato un vecchio amico della Riserva, Marco Scutellà, biologo romano, studioso e profondo conoscitore di questa specie e che, solo poco settimane prima, aveva partecipato alla campagna di inanellamento.
Primo è uno dei 133 fenicotteri inanellati nella giornata del 7 luglio. Ad ogni giovane individuo è stato applicato un anello blu con codice alfabetico. Questo anello ha lo scopo di monitorare e studiare le rotte migratorie dei fenicotteri. La lettura dell’anello permette quindi agli ornitologi e ai birdwatchers presenti nel bacino del Mediterraneo di riconoscere gli individui.

Nell’ambito della collaborazione tra i vari Enti Gestori delle riserve Siciliane, da un’altra storica oasi del WWF le “Saline di Trapani”, arrivava notizia della presenza di tanti giovani fenicotteri, molti dei quali inanellati. I direttori Silvana Piacentino della Riserva Naturale delle Saline di Trapani e Paceco e Fabio Cilea, della Riserva Naturale Saline di Priolo, scoprivano dalla lettura degli anelli dei fenicotteri, che tra quelli presenti nella saline del trapanese ve ne erano diversi nati a Priolo .

Il monitoraggio dell’avifauna

Le letture degli anelli dei giovani fenicotteri sono stati comunicati a Ispra per l’inserimento nella banca dati. L’osservazione infatti, si inserisce nell’ambito del piano di monitoraggio dell’avifauna nelle zone protette siciliane che ha lo scopo di studiare la demografia della popolazione e gli spostamenti tra colonie, per una migliore gestione ambientale. Per quanto riguarda le Saline di Trapani e Paceco oramai è una consuetudine, quella di osservare nel corso delle visite guidate stormi di fenicotteri rosa intenti a setacciare le acque delle saline alla ricerca del gamberetto di cui si nutrono. Non è inusuale dal mese di agosto scorgere fenicotteri rosa adulti insieme a gruppi di giovani con un piumaggio grigio/marrone nel loro primo viaggio che li porterà a scoprire ed imparare la rotta migratoria da percorrere durante i loro lunghi viaggi.
Ma quest’anno in particolare dalla fine di agosto uno spettacolo straordinario va in scena, una grande emozione per lo staff WWF e per i tanti amici fotografi, oramai affezionati delle saline trapanesi.

© Fenicotteri rosa in volo alle Saline di Trapani
Saline di Trapani © Mulini, Oasi WWF Saline di Trapani e Paceco


Accanto alla strada provinciale 21 che attraversa le saline e attorno al centro visite della Riserva, tra lo stupore degli automobilisti e la meraviglia dei tanti visitatori che giungono ad ammirare la bellezza del luogo, si scorge la presenza e il volo di fenicotteri adulti e giovani che affollano le vasche. Questi spostamenti dalle due riserve, situate ai due capi della Sicilia, fanno capire quanto le aree umide siciliane siano importanti per la conservazione degli uccelli e funzionino come un’unica grande area dove gli uccelli si spostano con facilità, alla ricerca sempre delle migliori condizioni di vita.
Le Saline di Priolo e le Saline di Trapani e Paceco infatti, fanno entrambe parte del sistema regionale delle aree protette siciliane: quattro parchi regionali e 74 riserve naturali regionali per una superficie complessiva di oltre 85mila ettari, pari al 10,5% della superficie regionale. Insostituibili luoghi di sosta e alimentazione per tantissimi uccelli acquatici migratori che si spostano lungo la rotta migratoria euroasiatica e africana.

La natura chiama. E a volte scrive anche. Iscriviti alla newsletter WWF

Utilizziamo cookie tecnici, indispensabili per permettere la corretta navigazione e fruizione del sito nonché, previo consenso dell’utente, cookie analitici e di profilazione propri (denti di prima parte) e di terze parti, che sono finalizzati a mostrare messaggi pubblicitari collegati alle preferenze degli utenti, a partire dalle loro abitudini di navigazione e dal loro profilo. È possibile configurare o rifiutare i cookie facendo clic su “Configurazione dei cookie”. Inoltre, gli utenti possono accettare tutti i cookie premendo il pulsante “Accetta tutti i cookie”. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare la nostra cookies policy.