WWF Puglia


Chi siamo: 


Il WWF in Puglia conta ben 6 organizzazione aggregate che coprono tutto il territorio regionale e lo animano con numerosi eventi, manifestazioni e campagne di sensibilizzazione, i volontari sono attivi anche nelle Oasi gestite dall’associazione e nel Centro di recupero delle tartarughe marine di Molfetta. Il WWF della Puglia ha un comitato scientifico interno composto da docenti universitari ed esperti su varie tematiche ambientali e collabora attivamente con l’Università di Bari e del Salento, enti e istituzioni pubbliche e private. Puoi seguire le nostre attività sulla pagina Facebook del WWF Puglia e nella sezione dedicata del magazine Ambiente & Ambienti  


La struttura

 
Delegato Regionale:
Nicolò Carnimeo
 
Organizzazioni Aggregate: 
 
WWF Levante Adriatico
WWF Alta Murgia e Terre Peucete
WWF Brindisi
WWF Trulli e Gravine
WWF Taranto
WWF Salento
WWF Foggia
Oasi 
Le Cesine 
Monte S. Elia
Rifugio Mellitto
Bosco Romanazzi
Cesare Soria


Centro Recupero Tartarughe marine di Molfetta


Il Centro Recupero Tartarughe Marine di Molfetta è attivo dal 2004 ed è ubicato all’interno dell’Istituto Nautico “Amerigo Vespucci”. Il recupero, la cura ed il rilascio in natura delle tartarughe marine e più in generale la sensibilizzazione verso la fauna ittica e gli habitat marini sono le attività   quotidiane che gli operatori del centro svolgono con passione e dedizione.  La struttura è dotata di una sala degenza con otto vasche, infermeria, stanza preparazione alimenti ed ufficio amministrativo. All’esterno della struttura sono presenti, inoltre, due vasche circolari, del diametro di 270 cm. Poco distanti dal centro, all’interno della “Steralmar” (struttura convenzionata con il centro), inoltre, sono ubicate tre vasche per la lunga degenza da 30000 litri. Il centro, grazie all’incessante lavoro di sensibilizzazione svolto negli anni dai responsabili nei confronti dei pescatori delle marinerie di Molfetta, Trani e Bisceglie, recupera ogni anno una media di 400 esemplari, che ricevono le cure non solo all’interno della struttura ma anche presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari. Il ragguardevole numero di esemplari ha permesso di condurre studi approfonditi sulle patologie che presentano le tartarughe marine in seguito al bycacht, come il gas embolismo e l'annegamento. Questi studi sono stati anche condotti grazie a una partnership stipulata con l’Istituto Oceanografico di Valencia. Il centro svolge anche attività di ricerca in collaborazione con le Università di Pisa, Bologna e La Sapienza di Roma. Di recente, ad esempio, sono stati istallati rilevatori satellitari su diversi esemplari adulti di tartaruga marina, in modo da tracciarne gli spostamenti e studiarne le abitudini. Il centro è gestito in convenzione con l’Associazione Panda Molfetta.  

Indirizzo: Str. Vicinale Torre Rotonda-  70056 Molfetta (BA)  
Pagine WEB  (20+) Centro Recupero Tartarughe Marine WWF Molfetta | Facebook
 

Seguici su:


Facebook Facebook TwitterYouTube