Pantera- Animali in estinzione | WWF Italy

Il felino color della notte

Con il suo manto scuro e lucido, la pantera nera è la regina della giungla.
Protagonista indiscussa di fumetti e cartoni, questo felino dalle forme sinuose e dagli occhi ammalianti, non corrisponde a una singola specie ma è la variante nera del leopardo per lo più presente nelle foreste del sud est asiatico. Il suo colore scuro dipende da una mutazione genetica, il “melanismo”, che causa un eccesso di pigmentazione nera sul loro manto. Tuttavia, le macchie sono ancora visibili specialmente in certe zone dove formano un effetto seta dipinta. 
 

Le minacce

Per questo felino agile e slanciato, che trascorre le sue giornate sugli alberi delle foreste tropicali, sopravvivere sta diventando sempre più difficile. La deforestazione, l’uccisione da parte dell’uomo e il commercio illegale sono le principali minacce.
Perchè uccidono le pantere? Quando vengono a mancare le prede selvatiche, le pantere tendono ad aggredire animali da allevamento. Le comunità locali spesso sono preoccupate di perdere i propri allevamenti e così attaccano i felici, inoltre, il mantello nero delle pantere è ancora considerato un ambito trofeo di caccia. 
 

Il WWF a difesa delle Pantere

Il WWF è impegnato in molti progetti per la tutela dei grandi felini in diverse parti del mondo. Tra questi, è stato sviluppato un programma per favorire la conservazione dei felini asiatici, con l’obiettivo di sensibilizzare le popolazioni e migliorare la convivenza tra l’uomo e le specie selvatiche.
Il primo luogo, il WWF sviluppa programmi di protezione per gli animali da allevamento, che include anche forme di assicurazione per gli allevatori che subiscono danni dovuti ad aggressioni di pantere.
In secondo luogo, è stato sviluppato un sistema di aree protette per difendere gli habitat naturali di molte specie e garantire così la biodiversità del pianeta.
Infine, il WWF lotta da anni contro il commercio illegale di specie rare. In particolare controlliamo il commercio, studiandomo le rotte clandestine e gestendo i Centri di Recupero Animali Selvatici ed Esotici, dove vengono accolti gli animali sottratti ai trafficanti illegali. In collaborazione con la IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura) ha istituito inoltre la rete TRAFFIC per combattere il traffico di piante e animali selvatici

Cosa puoi fare tu per proteggere le pantere >>
 

Cosa puoi fare tu

Adotta una pantera 
	© David Lawson / WWF-UK Regional
Adotta una pantera
© David Lawson / WWF-UK Regional

Il WWF contro il bracconaggio


I crimini ambientali sono la piaga del nuovo millennio. 
Aiutando il WWF si potranno finanziare interventi sul campo, azioni di perlustrazione e sequestri di specie sottratte illegalmente e proteggere così la fauna africana come gorilla ed elefanti, e aiutare le popolazioni locali a proteggere la loro stessa foresta. Scopri di più>>

L'ABC della Pantera

NomeScientifico

Panthera pardus

Dove vive

Asia

Alimentazione

La pantera è in grado di cacciare anche animali di 600 kg. Il maschio mangia in media 3,5 kg di carne al giorno mentre la femmina 2,5 kg. 

Curiosità

Il suo colore scuro gli permette di riesce a mimetizzarsi più facilmente tra le ombre della foresta tropicale.